Il futuro dell’automobile

auto elettrica

“Nel 2022 le auto elettriche saranno meno costose di quelle con motore tradizionale.” dice l’Internazionale del 4 marzo 2015  “Lo sostiene uno studio realizzato dagli esperti di Bloomberg New Energy Finance. Come spiega il DAILY TELEGRAPH, “il calo del prezzo delle batterie sarà decisivo”. Un altro fattore importante sarà il rialzo del prezzo del petrolio, che nel 2040 dovrebbe costare almeno settanta dollari al barile. In quello stesso anno, inoltre, saranno vendute nel mondo 41 milioni di auto elettriche, cioè quasi novanta volte la quota registrata nel 2015″ .

Al di là del fatto che c’è chi sostiene che l’auto elettrica non risolve al 100% il problema dell’inquinamento, perché nascerebbe un nuovo problema, quello dell’inquinamento delle batterie esauste, e in ogni caso l’energia elettrica come sappiamo viene prodotta oggi in larga parte da centrali a carbone o a petrolio, c’è da chiedersi come mai ci vogliano ancora sei anni ad essere ottimisti al massimo e non meno. Ma forse è il caso di essere pessimisti e pensare che l’inquinamento da gas di scarico del motore a scoppio non calerà prima di quindici anni a partire da oggi.

Fabio Benetti, 5 marzo 2016

I commenti sono chiusi.